STREGHERIE in mostra a Bologna

Inizia oggi a Bologna Stregherie la mostra delle streghe, curata da Vertigo Syndrome

Organizzata nella sale di Palazzo Pallavicini, Stregherie, come recita il sottotitolo “ Iconografia, fatti e scandali delle sovversive della storia”, è una mostra d’arte che indaga e approfondisce la figura, affascinante e al tempo stesso temuta, della strega.

Dopo il grande successo che l’esposizione ha ottenuto lo scorso anno nella Villa Reale di Monza, la Vertigo Syndrome ora la ripropone a Bologna in una nuova edizione ampliata, sempre curata dal drammaturgo, performer ed esperto di esoterismo Luca Scarlini.

Stregherie - Amuleto

Famosa carta manoscritta trovata nello scapolare della strega Conti Toscana 1911

Nelle nove sale tematiche sono esposte più di 300 opere provenienti da collezioni private, come quella delle incisioni e delle stampe di Guglielmo Invernizzi, già in mostra nella scorsa edizione. In questa di Palazzo Pallavicini  si è arricchita con prestiti di opere molto importanti e prestigiose provenienti da tutto il mondo come gli oggetti del Museum of Witchcraft and magic di Boscastle in Cornovaglia e gli amuleti ottocenteschi in argento, oltre alla preziosissima pergamena prestata dal Museo della Civiltà di Roma.

Il percorso della visita inizia facendo rivivere la suggestione di un vero processo per stregoneria tenutosi in un tribunale dell’inquisizione nel 1539 per poi attraversare le sale in cui sono esposti amuleti di e contro le streghe, foto, pergamene, manuali e testi storici, dipinti e opere d’arte di pregio.

Si conclude con la possibilità di poter scrivere su di un vero Libro delle Ombre dove scriverei propri incantesimi personali.

Per i bambini è stata pensata una visita “particolare” per coinvolgere i piccoli visitatori, con una vera e propria caccia al tesoro che stimola il loro spirito di osservazione.

In omaggio a Bologna, città esoterica, Stregherie, ospita una sezione speciale delicata a Gentile Budrioli, la “strega enormissima” vissuta in città nella metà del 1400.

A rendere ancora più suggestiva la visita, ogni sala è stata personalizzata con le voci di attori che narrano filastrocche in sottofondo.

Stregherie sarà aperta fino al 16 giugno e molti sono gli eventi organizzati a corollario della mostra, nei prossimi sabati e nelle domeniche con esperti del settore.

Il primo incontro in calendario oggi alle 17.00 con il curatore della mostra Luca Scarlini intitolato “ Nel nome di Aradia”.

 

 

Stregherie, Iconografia, fatti e scandali delle sovversive della storia

Palazzo Pallavicini Via San Felice 24

dal 17 febbraio al 16 giugno

Aperto da giovedì a domenica dalle 10.00 alle 20.00

Info e prenotazioni www.stregherie.it

 

Condividi su:

Sezione: